Camion 4 assi: quali sono i suoi vantaggi

camion 4 assi

Cambio e marce, retarder, fari, sospensioni: è importante conoscere ogni componente del camion, perché il veicolo sia sempre in ottime condizioni e ogni camionista sia pronto a risolvere eventuali problemi che dovessero presentarsi.

D’altra parte, sebbene le case produttrici facciano sempre del loro meglio, non è detto che non possano accadere imprevisti o necessità; oppure, non meno probabile, è la passione dei camionisti che amano conoscere ogni dettaglio del proprio mezzo.

Tra tutte le componenti gli assi possono essere considerati lo scheletro, la colonna portante del camion, sono inoltre elementi fondamentali soprattutto quando si parla di carichi. Per questo vedremo nel dettaglio cosa sono e a cosa servono gli assi del camion, e quali sono i vantaggi di un camion a 4 assi.

camion 4 assi
camion a 4 assi

Cosa sono e a cosa servono gli assi del camion

Gli assi sono componentiche:

  • sostengono tutta la struttura del camion, considerando anche il suo carico
  • collegano le ruote anteriori e posteriori
  • costituiscono una parte dello sterzo, delle sospensioni o del sistema di guida
  • lavorano insieme ai cuscinetti per consentire alle ruote e alle altre parti mobili di muoversi agevolmente
  • possono essere fissati al telaio o ad altri componenti del veicolo, consentendo alle ruote di ruotare attorno all’asse

Il numero di assi dipende dalla grandezza del camion e dalla sua massa. Facciamo un esempio: un autotreno con 14 ruote avrà più assi rispetto a un autocarro senza rimorchio e con un numero inferiore di ruote. Questo farà in modo che il camion, anche se carico, sia sicuro alla guida. Se il numero degli assi è invece inferiore a quello effettivamente necessario per una determinata tipologia di camion, potrebbero verificarsi dei guasti.
Altro caso in cui l’asse del camion può cedere è dopo un forte impatto.

I veicoli a quattro assi sono quindi autocarri rigidi molto pesanti con due assi anteriori e due assi posteriori; oppure semirimorchi pesanti (come i rimorchi per trattori) con un asse anteriore e tre assi posteriori, per ripartire meglio il carico.

I vantaggi di un camion a 4 assi

tipologie assi camion

1. Sostiene e distribuisce al meglio masse notevoli

Un sistema a 4 assi ha una portata e una massa complessiva di 40 t per un autoarticolato. Un camion a quattro assi se la cava benissimo anche su strade sterrate, perché come detto in precedenza quando i veicoli hanno un numero maggiore di assi, di solito sono dotati anche di più pneumatici e componenti, quindi presentano anche una migliore distribuzione del peso.

2. Guida più fluida, confortevole con una maggior libertà

Certamente sei a conoscenza del fatto che gli assi influenzano la frenata, gli ammortizzatori e quindi la guida in generale. Non va quindi sottovalutata la migliore propensione di un sistema a 4 assi ad assorbire bene gli urti; quindi quando si verifica un urto nei pressi di una ruota, quella che si trova in posizione diametralmente opposta tenderà a preservare una maggiore stabilità.

I vantaggi sono quindi un maggiore controllo alla guida, soprattutto se si scelgono dei buoni ammortizzatori.

3. Stabilità sui percorsi

A proposito di ammortizzatori, le sospensioni anteriori indipendenti per 4 assi offrono una maggiore libertà di movimento su tutti i percorsi, quindi più libertà del veicolo, rimanendo allo stesso tempo più stabile indipendentemente dalle condizioni della strada.

Sono quindi diverse le ragioni per cui prediligere un numero maggiore di assi in fase di acquisto di un camion.

assi camion

Altre tipologie di assi dei camion

Oltre ai camion a 4 assi, utili per una guida confortevole e sicura dei veicoli con carichi più pesanti, esistono camion a 3 e 2 assi. Vediamo quindi qual è la differenza.

Un mezzo a 2 assi ha un asse sterzante e un asse posteriore. I 2 assi caratterizzano veicoli più leggeri rispetto ad un camion, dalle auto fino agli autobus e ai veicoli per il trasporto pubblico.

Un veicolo a 3 assi, invece, ha un asse anteriore sterzante e due assi posteriori. Di solito si tratta di autocarri più pesanti come un autoarticolato che ha una massa complessiva di 30 tonnellate, e di semirimorchi leggeri (combinazioni di rimorchi per trattori).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *